Web content managing

Scrivere per il web

Scrivere per il web / parte prima

Scrivere per il web

La prima cosa da sapere, che è anche la più importante per chi si appresta a scrivere per il web, è che a differenza del testo scritto su cartaceo, il testo scritto per il web nella maggior parte dei casi non viene letto ma perlopiù scorso velocemente alla ricerca di parole che ci fanno capire che quel testo è ciò che stiamo cercando. La lettura di testi web è quindi un po’ superficiale, a causa anche del fatto che sappiamo benissimo che possiamo trovare altre pagine web altrettanto interessanti.

L’attenzione del lettore viene catturata nei primi 20-30 secondi di lettura: se in questo lasso di tempo non riusciamo ad interessare lil lettore, possiamo pure salutarlo con la manina perché andrà a cercare altrove le informazioni per lui interessanti.

Per ovviare a questa possibilità, quando ci accingiamo a scrivere per il web, sappiamo che dobbiamo utilizzare alcuni strumenti importanti che abbiamo a disposizione e che saranno utilissimi per raggiungere l’obiettivo di “trattenere” il lettore.

La formattazione del testo: il grassetto

Lo strumento più potente che dobbiamo saper utilizzare è la formattazione del testo: le cosiddette “parole calde” devono essere poste in evidenza tramite grassetto, per esempio, soluzione che permette di soddisfare la necessità del lettore di cogliere al volo gli argomenti ed i concetti che sta cercando: nei primi 20-30 secondi il suo occhio rileva le parole in grassetto che, se risultano interessanti, gli suggeriscono di rimanere in quella pagina perché ha trovato ciò che stava cercando.

La formattazione del testo: corsivo, virgolette e paragrafi

Altri strumenti che permettono di scrivere per il web in maniera ottimale sono il corsivo, il “virgolettato” ed i paragrafi, da usare con l’obiettivo di dare risalto a citazioni, nomi, titoli importanti ma che non sono determinanti per la comprensione immediata degli argomenti del testo (corsivo e virgolettato), mentre i paragrafi, spesso sottovalutati ma assolutamente importanti, sono utili quando vogliamo scrivere per il web per dare modo all’occhio di riposarsi e “spezzare” il testo che altrimenti risulterebbe un unico, faticoso lenzuolone di parole.

L’interazione testo / grafica

Quando decidiamo di scrivere per il web sappiamo che possiamo contare anche sulla possibilità di personalizzare la grafica per rendere la lettura più piacevole che ci offre la possibilità di progettare una pagina ricca di strumenti non testuali capaci di aiutarci a leggere i contenuti.

La grafica però risulta essere sia un fattore positivo e contemporaneamente negativo: dobbiamo sapere gestire al meglio l’impostazione grafica della pagina che andiamo riempendo di testo poiché il lettore non deve essere “distratto”. Allo stesso tempo, questa distrazione serve anche a fornire maggiori informazioni ed integrare così il testo scritto con approfondimenti ed altri contenuti utili a definire meglio l’argomento generale trattato nella pagina, anche, per esempio, attraverso box di colore differente, anche per rendere la pagina meno “impersonale” di un foglio bianco con parole scritte in nero.

Scrivere per il web inoltre significa porre grande attenzione anche alla struttura degli articoli (coordinando tra di loro, per esempio, più pagine con contenuto affine), scrivere testi brevi ma efficaci ed individuare un titolo ed una frase tra titolo e testo che possano interessare il lettore.