Associazione “Basta il Cuore”, realizzazione sito web

Progetto: sito web per “Basta il Cuore”, Associazione di volontariato contro il bullismo e le discriminazioni

Associazione “Basta il Cuore”, realizzazione sito web:

Nonostante i quotidiani fatti di cronaca, il bullismo rimane ancora un fenomeno sconosciuto a molte famiglie. Ciò che la maggior parte dei genitori ignora non è tanto l’esistenza del problema sociale in sé, quanto il fatto che il disagio potrebbe riguardare da vicino il proprio figlio o la propria figlia.

Basta-il-Cuore-LOGO-lowLe vittime dei soprusi, infatti, parlano raramente con gli adulti delle violenze che subiscono. Si chiudono in loro stessi, esitano a raccontare le proprie giornate, sorvolano su quei fatti che per loro rappresentano una perenne condizione di sofferenza. La ragione più evidente è che hanno paura di subire maggiori violenze per aver “parlato”. Ma a ciò si associa quasi sempre un motivo ben più sottile e per questo più difficile da superare: i bambini vittime del bullismo si vergognano della propria debolezza, di non saper reagire, di essere il bersaglio preferito di quei ragazzi che tutti considerano dei leader e, non ultimo, di essere “quel che sono”: bambini cicciottelli o occhialuti finiscono il più delle volte ad attribuire alla propria condizione fisica la responsabilità di ciò che avviene e a rivolgere per questo verso se stessi la propria rabbia.

Come dire: “sono diverso dagli altri ed è per questo che finisco vittima del bullo della scuola”. Ciò che invece i ragazzi devono imparare è che non c’è nulla che non va in loro: il bullismo è un comportamento sbagliato “a prescindere”.

Ecco allora che l’intervento della famiglia diviene determinante. Mamme e papà devono imparare a comprendere il proprio figlio più di quanto egli sappia fare da solo.
Per riconoscere i segnali di un eventuale disagio, per evitare che rimanga vittima del fenomeno. Ma anche per impedire che a trasformarsi in “bullo” possa essere un giorno proprio il loro bambino.
Perché non rimangano vittime di questo fenomeno bisogna:

  1. Aumentare la loro autostima
  2. Incoraggiarli a sviluppare le loro caratteristiche positive e le loro abilità
  3. Stimolarli a stabilire relazioni con i coetanei e a non isolarsi
    Ma non solo:
  4. E’ importante sapere che per non diventare bullo bisogna insegnare ai ragazzi a:
  5. Saper esprimere la propria rabbia in modo costruttivo e con maturità
  6. Comunicare in modo sincero
  7. Essere capace di identificarsi con gli altri e capire le conseguenze dei propri comportamenti
  8. Prendere esempio da ciò che si vede a casa
  9. I genitori devono inoltre imparare a cogliere i segnali che i figli possono mandare o nascondere.

Mi sono occupato di: content management, copywriting, informazioni e architettura delle informazioni, realizzazione sito in WordPress